Chirurgia plastica ricostruttiva

Chirurgia plastica ricostruttiva

 

Daniele Gandini per Carlo Orsi, missione Interplast, Shigatse (Tibet) 2004

 

Gli interventi di Chirurgia plastica ricostruttiva sono effettuati per intervenire non su problematiche estetiche voluttuarie ma su malformazioni congenite, esiti di traumi, postumi da ustione, esiti di chirurgia generale oncologica, o per trattamento in urgenza di ferite complesse dei tessuti molli.

Tutti i distretti corporei possono beneficiare della chirurgia ricostruttiva: testa-collo, tronco, arti.

Settori di particolare interesse della chirurgia plastica ricostruttiva dei quali mi occupo sono:

- l'asportazione dei tumori di cute e sottocute (melanomi, epiteliomi), i nevi giganti congeniti 

- alcune patologie della mano 

- il rimodellamento dei profili corporei post obesità grave (dopo chirurgia bariatrica)

- la ricostruzione della parete addominale dopo interventi chirurgici o dopo gravidanza 

- la patologia funzionale e i tumori del naso, il rinofima  

- le malformazioni e i tumori dei genitali esterni 

- le cicatrici retraenti, ipertrofiche e cheloidee 

- le ulcere cutanee (da pressione o altro), le ferite difficili

- le ricostruzioni dopo interventi di chirurgia generale oncologica e senologica (ricostruzione mammaria post mastectomia).