Nevi benigni, cisti sebacee e lipomi

Asportazione nevi e neoformazioni benigne

Generalmente è possibile limitarsi ad una escissione e sutura diretta, possibilmente intradermica cioè senza punti esterni; a volte, per neoformazioni più grandi può essere necessario eseguire piccoli lembi cutanei, o innesti con cute prelevata a distanza.

In caso di minimo dubbio è sempre consigliabile fare comunque l’esame istologico della lesione asportata. In casi ben selezionati è possibile eseguire una crioterapia (vedi paragrafo dedicato) o una diatermia (elettrocoagulazione) con bisturi elettrico, sempre previa valutazione dermatoscopica per confermare la benignità della lesione.

Ovviamente ad ogni asportazione chirurgica con sutura cutanea residuerà sempre, anche se il più delle volte poco visibile, una piccola cicatrice, perciò va sempre valutato e chiarito, prima di asportare una lesione cutanea benigna, il reale vantaggio, in termini di risultato estetico, che potremo ottenere con il piccolo intervento; sicuramente il vantaggio ci sarà in caso di nevi o neoformazioni particolarmente evidenti, rilevate, ed in sedi particolari.

In caso di cisti sebacee sottocutanee, l'asportazione dovrà essere eseguita rimuovendo la cisti in blocco con una piccola incisione, appena sufficiente a levarla intera e completamente, solo così facendo si eviterà la possibile recidiva del problema; anche in viso, facendo una sutura estetica intradermica, di solito la cicatrice residua sarà appena visibile.

Link:  Informativa per l'asportazione di lesioni cutanee della Società Italiana di Chirurgia Plastica (SICPRE) 

Link:  Consenso per l'asportazione delle lesioni cutanee della Società Italiana di Chirurgia Plastica (SICPRE) 

 

Michelangelo Merisi

Michelangelo Merisi da Caravaggio (Incredulità di San Tommaso, particolare)

Asportazione lipomi

L' intervento è generalmente fattibile in anestesia locale, a meno che il lipoma non sia in sedi particolari, profonde e/o di grosse dimensioni o in caso di lipomatosi multiple, casi in cui può essere necessaria una lieve sedazione (anestesia locale assistita)

Dopo l'asportazione di un lipoma può essere necessario posizionare per 24 ore un piccolo drenaggio laminare di para (o in aspirazione in caso di grandi lipomi) che drenerà all'esterno eventuali piccole raccolte ematiche o sierose che potranno formarsi; risulterà alla fine una piccola cicatrice di lunghezza pari all'incirca al diametro del lipoma asportato.