Lipofilling (trapianto di tessuto adiposo

Negli ultimi anni si è perfezionata una tecnica che permette di "riempire "i tessuti che si svuotano, il lipofilling. Lipostruttura, lipofilling, iniezioni di grasso, sono tutti sinonimi dello stesso principio, che prevede l'utilizzazione del proprio grasso corporeo, prelevato là dove ne abbiamo in più e posizionato, con apposita tecnica, dove ce ne è bisogno (avvallamenti o altro). Questa tecnica, inventata alla fine degli anni novanta ha rivoluzionato le regole abituali della chirurgia di rimodellamento e ringiovanimento per la sua semplicità e per la qualità dei suoi risultati.

In questo modo si evitano intolleranze e si evita il rischio di rigetto e altri grossi rischi che un tempo si verificavano in caso di riempimento con materiali come silicone e goretex). Riguardo alla vecchia procedura di riempimento con silicone liquido libero, pratica purtroppo largamente eseguita da tanti in passato, va ricordato che è cosa assolutamente vietata dalle leggi vigenti, a causa delle gravi complicanze locali (e generali) che quasi sempre si verificavano (granulomi da silicone, infezioni, migrazione del materiale anche a distanza e probabilmente insorgenza di malattie del collageno sistemiche dopo anni).

Il grasso da usare nella invece sicura e naturale tecnica del lipofilling viene aspirato da zone come l'interno ginocchio, trocantere o addome mediante una piccola cannula collegata a una siringa, centrifugato mediante appositi apparecchi e poi reiniettato sterilmente nella zona da trattare. Tecniche più recenti onsentono una filtrazione e reinserimento a circuito chiuso, senza necessità di centrifugazione. Con queste procedure si ottiene un riempimento che in minima parte verrà riassorbito ma in gran parte resterà definitivamente nella zona trattata contrariamente ai riempimenti con fillers (ialuronici, collagene) che si riassorbono sempre completamente dopo pochi mesi.

Con il lipofilling generalmente si possono fare dei piccoli ritocchi in zone limitate anche se negli ultimi tempi stanno via via perfezionandosi tecniche di riempimento per deficit maggiori con volumi di tessuto adiposo consistenti (ad esempio per l'aumento delle mammelle) fermo restando, in questo ultimo caso, l'eseguire una accurata selezione dei pazienti e delle indicazioni. Tutte le zone corporee  possono essere trattate con le tradizionali tecniche di lipofilling. Alcune zone come la regione glutea possono essere trattate ma con molta attenzione e assoluto rispetto della superficialità del posizionamento adiposo, per evitare complicanze anche gravissime, possibili in caso di iniezione accidentale del tessuto adiposo nelle strutture vascolari profonde della regione.

Link:  Informativa per il lipofilling della Società Italiana di Chirurgia Plastica (SICPRE) 

Link:  Consenso per il lipofilling della Società Italiana di Chirurgia Plastica (SICPRE)