Blefaroplastica superiore ed inferiore

Blefaroplastica superiore ed inferiore per� BlefarocalasiIn caso di palpebra superiore cadente e/o di borse palpebrali inferiori (Blefarocalàsi), è indicata una blefaroplastica, che consiste nell’asportazione della cute eccedente a livello delle palpebre superiori e delle inferiori e della rimozione delle borse adipose palpebrali cioè di piccoli accumuli abnormi di grasso che erniando in fuori, fanno apparire gli occhi gonfi; i punti di sutura saranno rimossi dopo circa quattro giorni dall'operazione.

Prima dell'intervento, è necessario, per la palpebra superiore, tracciare un accurato disegno per calcolare esattamente la cute in eccesso da asportare; anche alla palpebra inferiore il calcolo della cute da asportare dovrà essere molto preciso.

Per alcune ore dopo l'intervento vanno applicate sugli occhi delle garze sterili imbevute di soluzione salina fredda, al fine di ridurre l'edema e drenare piccole, possibili fuoriuscite ematiche.

La blefaroplastica è un intervento delicato, dove il chirurgo plastico deve dosare con elevata precisione la cute ed il grasso da asportare, per non incorrere in complicanze quali ad esempio l'ectropion (retrazione della palpebra da eccessiva asportazione di cute) o il lagoftalmo (apertura permanente delle palpebre); l'emostasi dovrà essere estremamente accurata, soprattutto nelle blefaroplastiche con asportazione delle borse adipose, per non incorrere nel rischio di sanguinamento e di possibile, conseguente ematoma perioculare.

L’intervento di blefaroplastica superiore è fattibile in anestesia locale ma per la blefaroplastica inferiore è necessaria almeno una lieve sedazione (anestesia locale assistita).

In che periodo dell'anno è meglio fare una blefaroplastica?

Come tutti gli interventi di chirurgia estetica che interessano zone fotoesposte, quale è il viso, è meglio evitare i mesi estivi, quando è inevitabile l'esposizione diretta alla luce solare. In ogni caso è comunque sempre possibile usare filtri solari protettivi a schermo totale (con spf almeno 50). 

Quando può essere ripresa una vita normale dopo la blefaroplastica?

Dopo circa dieci giorni dall'intervento sarà praticamente scomparso tutto il gonfiore e gli eventuali ematomi superficiali, e il paziente potrà mostrarsi agli altri, in ambito lavorativo e non, senza presentare esiti. Le piccole cicatrici potranno essere eventualmente ben camuffate con idoneo trucco coprente; dopo un paio di mesi risulteranno poi quasi invisibil